mappa doc sicilia

La terra più vicina allo stivale nel territorio isolano e da questo divisa dalla geografia dello stretto, con Messina, ricca città commerciale da sempre crocevia di commerci con l’Italia e l’Europa, custode di reperti e dipinti di pittori quali Antonello da Messina e Caravaggio, circondata dal mare e dai monti Peloritani.

La viticoltura della zona risale all’età micenea, come confermano alcune monete trovate a Naxos e a Lipari risalenti al VI-IV secolo a.C. Vini rossi interessantissimi, prodotti sulle colline (Faro, S. Agata, Ganzirri) che sovrastano lo stretto di Messina, conosciuti anticamente nel mondo, per la loro spiccata personalità e per la loro consistenza.

Il Faro vino rosso D.O.C. per eccellenza, con i suoi tre vitigni Nerello Mascalese, Nero Capuccio e Nocera, è un vino cult del territorio, di grande spessore e struttura.

Stretto-di-Messina2

en

Closest to mainland Italy, this area is separated by strait from Messina, a rich commercial city forever the crossroads for commerce with Italy and Europe, home of paintings by artists such as Antonello da Messina and Caravaggio, surrounded by the sea and the Peloritani Mountains.

Viticulture in this area goes back to the Mycenaean era, as confirmed by coins found in Naxos and Lipari from the 6th to the 4th century B.C.

These interesting red wines produced on the hills (Faro, S. Agata, Ganzirri) overlooking the Strait of Messina were known in the ancient world for their outstanding personality and density.

The Faro, a red wine DOC appellation par excellence, from three varieties, Nerello Mascalese, Nero Capuccio, and Nocera, is an area cult wine with great structure and depth.

COMUNI
MESSINA, SPARTÀ, FARO SUPERIORE, CASTANEA, S. STEFANO, SAN PLACIDO CALONERÒ

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *